Equipaggiamento di protezione: tutto il piacere della moto con le giuste protezioni

 
Hai già ricevuto una pallonata in testa? Sei già inciampato uscendo dalla discoteca e ti sei sbucciato un ginocchio o un gomito? È ovvio che indossare un casco in un campo di calcio o i paraginocchia in discoteca è assurdo. Non lo è invece quando vai in moto. Nel video e in questo articolo ti spieghiamo quali protezioni usare. Dalla testa ai piedi.
 

Scarpe: le infradito non sono scarpe

Torniamo allo sport. Quando giochi a calcio metti le scarpe da calcio e quando giochi a pallacanestro quelle da pallacanestro, giusto? Allora quando vai in moto usa le scarpe da moto. Devono essere solide, avere il collo alto e una suola robusta, senza tacco e preferibilmente senza stringhe che possono impigliarsi.

Pantaloni e giacca: la stessa protezione di una crema solare con fattore 50

La tuta in pelle di tuo padre? Sarà anche fuori moda, ma quando uno ha ragione, ha ragione. Giacca e pantaloni di pelle proteggono almeno quanto una crema solare con fattore 50. Se però gli inserti protettivi non sono fissati correttamente o la tuta non è della tua misura, meglio optare per un’altra soluzione. Esistono tute o giacche/pantaloni in tessuti resistenti all’abrasione come il kevlar. Sono il sogno di ogni motociclista. Da vedere, i jeans di kevlar sono uguali ai normali jeans ma proteggono di più.

Guanti: dai il 5 alle protezioni

Sostanzialmente i guanti sono dieci piccole tute di pelle per le dita. Sono molto importanti perché, oltre a proteggere le mani se dovessi cadere, migliorano la presa sulle manopole dei freni. Noi diamo il 5 ai guanti di materiale antiabrasione con protezioni.

Paraschiena: più utile che bello

Se pensi che il paraschiena serve solo per gli show-off in pista con three-sixty, ti sbagli di grosso. Più che bella da avere, questa protezione è utile da indossare. Il prossimo step sono le giacche con airbag integrato che proteggono efficacemente la schiena in caso di urto.

Casco: i colori sgargianti sono d’obbligo

Le teste sagge si proteggono. Evidente. Ma come si sceglie il casco? Ti raccomandiamo un casco integrale o un modello apribile omologato «ECE 22-05». Scegli colori sgargianti: più sono folli, più ti rendi visibile. Un casco però deve essere adatto più alla tua testa che al tuo stile. Se cadi, non esitare a comprarne uno nuovo. Anche se sembra intatto, può darsi che non garantisca più una protezione sufficiente.